Europa

Ad Aquisgrana rilanciato il motore franco-tedesco

Il 22 gennaio 1963 all’Eliseo a Parigi Charles de Gaulle e Konrad Adenauer firmarono un accordo di amicizia franco-tedesco. Nel giorno dell’anniversario Emmanuel Macron e Angela Merkel si sono incontrati nella sala dell’incoronazione del municipio di Aquisgrana per rinnovare questo patto di amicizia. Alla cerimonia hanno preso parte 500 invitati, tra i quali anche il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ed il presidente rumeno Klaus Jonannis. La Romania fino a giugno avrà la presidenza di turno dell’Unione. Nell’Aula Carolina di Aquisgrana 100 tedeschi e francesi hanno posto le loro domande a Macron e Merkel. In 7 capitoli e complessivi 28 articoli i due Paesi renani rafforzano la loro collaborazione e rilanciano l’integrazione europea. Si passa dalla convergenza economica, fiscale e sociale ad interessanti punti di cooperazione in tema di pace, sicurezza e sviluppo. Nel capitolo 2 si prevedono maggiore collaborazione in politica estera, nella difesa, nella sicurezza interna ed esterna. Nell’articolo 6 si legge che “i due stati prevederanno misure comuni per l’addestramento e creeranno un’unità comune per operazioni di stabilizzazione in stati terzi”.

Quindi si parla anche di collaborazione nell’ambito delle Nazioni Unite, visto che dal primo gennaio la Germania è entrata nel Consiglio di sicurezza dell’Onu, dove da sempre c’è anche la Francia come membro permanente con diritto di veto. “I Paesi faranno di tutto per portare avanti una posizione unitaria dell’Unione Europea – si legge nell’articolo 8 - negli organi delle Nazioni Unite”.

I capitoli successivi dell’accordo sono dedicati a cultura-formazione-ricerca-mobilità (3), collaborazione regionale e transfrontaliera (4), sviluppo sostenibile, clima, ambiente, economia (5). Gli ultimi due capitoli sono dedicati ad aspetti organizzativi e considerazioni finali. Tra le quali c’è anche il fatto che ogni trimestre un ministro di un Paese parteciperà ad almeno un Consiglio dei ministri dell’altro Paese.

La foto di Emmanuel Macron e Angela Merkel è di Bundesregierung/Bergmann

Tags: Aquisgrana, Francia, Germania, Onu, clima, economia, difesa, esercito


Potrebbe interessarti