Martedì, 09 Luglio 2019

Consegnato agli studenti il Premio Arge Alp 2019

Multilingue e smart: il nuovo sito Arge Alp

Una doppia occasione di festa alla conferenza dei capi di governo di Arge Alp che si è tenuta nei giorni scorsi: si tratta della presentazione del nuovo sito internet www.argealp.org e della consegna agli studenti del Premio Arge Alp 2019. L‘Arge Alp spiegata in sintesi, grazie a testi aggiornati, fotografie scenografiche ma soprattutto un sistema di ricerca e navigazione più semplice e intuitivo: la nuova release della pagina web di Arge Alp ha sostituito la versione esistente della piattaforma informativa bilingue che aveva ormai un layout obsoleto, l’ultima revisione risaliva al 2012. La pagina è di facile consultazione per l’utente: con pochi clic si trova rapidamente ciò che si cerca. Per questo il gruppo di lavoro ha prestato pari attenzione sia al design sia ai contenuti.

Il restyling del sito si è reso necessario per rendere i contenuti di Arge Alp più facilmente aggiornabili e rintracciabili. L’utente può informarsi agevolmente sui progetti e le iniziative di Arge Alp per il rafforzamento del territorio alpino, così come le iniziative intraprese dai singoli Stati. Sul sito è presente anche un ampio archivio contenente tutti i documenti e le risoluzioni adottate da Arge Alp.

Premio Arge Alp 2019

I primi beneficiari della nuova visibilità offerta dal sito Arge Alp sono stati gli studenti e le studentesse vincitori del Premio Arge Alp 2019, ovvero quelli del Ginnasio dei Francescani (1. posto, Alto Adige), della Scuola cantonale am Burggraben (2. posto, San Gallo) e dell’Istituto commerciale – Bezauer WirtschaftsSchulen (3., Vorarlberg). In quest’ordine hanno ricevuto rispettivamente 2.000, 1.000 e 500 euro come premio per il loro prodotto giornalistico-letterario.

Oggetto del premio erano i reportage elaborati sul tema “Molteplicità e plurilinguismo dei giovani nelle Alpi” e pubblicati sul giornale scolastico o sul portale web della scuola. Il Ginnasio dei Francescani di Bolzano ha presentato un reportage sulla visita di due scuole elementari altoatesine molto diverse fra loro: il mini istituto “Monte Sole” a Tanas nel Comune di Lasa e le scuole “Goethe” di Bolzano. I finalisti del cantone San Gallo hanno riferito di come si sono scontrati con le barriere del multilinguismo svizzero nel dare vita a un network per le manifestazioni per la tutela del clima. La scolaresca del Vorarlberg, attraverso stage in Alto Adige e sull’isola d’Elba, hanno redatto una riflessione sulle proprie esperienze legate alla lingua e alla comunicazione. I testi di tutti i finalisti verranno pubblicati sul nuovo sito Arge Alp.

Comunicato 1653