Mercoledì, 05 Ottobre 2022

Premio Sacharov 2022: ecco i candidati

Presentati i candidati all'edizione 2022 del Premio Sacharov per la libertà di pensiero del Parlamento europeo

Dal 1988 il Parlamento europeo conferisce ogni anno il Premio Sacharov per onorare individui e organizzazioni che si distinguono per la difesa dei diritti umani e delle libertà fondamentali nel mondo. Il Premio è intitolato al fisico sovietico e dissidente politico Andrei Sacharov e il premio in denaro è di € 50.000. Nel 2021 il Premio è stato conferito ad Alexei Navalny per il suo impegno nella lotta alla corruzione e alle violazioni dei diritti umani da parte del Cremlino.

Le candidature possono essere presentate sia da gruppi politici che da gruppi di almeno 40 deputati. Quest'anno le candidature sono state annunciate il 26 settembre 2022 a Bruxelles, nel corso della riunione congiunta tra la commissioni per gli affari esteri, la commissione per lo sviluppo e la sottocommissione per i diritti umani. I candidati di quest'anno sono:

 

  • Il coraggioso popolo ucraino rappresentato dal presidente Volodymir Zelenskyy (nominato dal Partito popolare europeo);
  • Il popolo ucraino (nominato dal Gruppo Alleanza progressista di Socialisti e Democratici insieme al gruppo Renew Europe );
  • Sônia Guajajara (nominata dal gruppo dei Verdi/Alleanza Libera Europea);
  • Presidente Zelenskyy (nominato dall'ECR);
  • La Commissione Verità in Colombia (nominata da Left/GUE-NGL);
  • Shireen Abu Akleh (nominata da Grace O'Sullivan e altri 42 eurodeputati);
  • Julian Assange (nominato da Sabrina Pignedoli e altri 40 eurodeputati).

Prossime tappe

  • 13 ottobre: le commissioni affari esteri e sviluppo, decidono i nomi tre finalisti in una riunione congiunta;
  • 20 ottobre: il vincitore viene decretato dalla presidente del Parlamento e dai leader dei gruppi politici;
  • 14 dicembre: il Premio Sacharov viene consegnato nel corso di una cerimonia a Strasburgo.

Fonte e immagine: Ufficio stampa del Parlamento europeo