Giovedì, 15 Settembre 2022

#SOTEU 2022 – Un’Unione che è forte solo se unita

Discorso sullo stato dell’Unione di alto profilo e ricco di contenuti della Presidente Von der Leyen con un forte richiamo all’unità

“Mai prima d'ora questo Parlamento si è trovato a discutere lo stato della nostra Unione mentre sul suolo europeo infuriava la guerra.Ma da quel momento un intero continente si è unito all'insegna della solidarietà.”. Con queste accorate parole la Presidente Ursula von del Leyen ha aperto il suo Discorso sullo stato dell’Unione 2022. Un discorso che ha toccato molte tematiche di importanza cruciale per il futuro dell’Ue. Questi, in breve sintesi, i temi trattati ed i passaggi salienti evidenziati di fronte al Parlamento europeo.

Guerra in Ucraina e crisi energetica

Sulla crisi ucraina ed i suoi pesanti risvolti sul mercato energetico in Europa, la Presidente è stata molto determinata a mantenere le misure adottate sinora annunciando, inoltre, nuove proposte per affrontare la crisi energetica che l’Europa si troverà ad affrontare nell’immediato futuro.

  • Proposta di un massimale per le entrate delle imprese che producono energia elettrica a basso costo, che comunque rimarrannotemporanee e di emergenza.

In agenda c'è anche un altro tema importante. Il mercato del gas è cambiato radicalmente, con il passaggio dal gas trasportato via gasdotto a quantità sempre maggiori di GNL. Tuttavia l'indice di riferimento in uso nel mercato, il TTF, non è stato adattato. La Commissione si adopererà per definirne uno più rappresentativo.”

  • In ottobre modifica il quadro temporaneo in materia di aiuti di Stato per consentire la concessione di garanzie statali preservando al contempo la parità di condizioni.
  • Riforma profonda e onnicomprensiva del mercato dell'energia elettrica.
  • L'idrogeno come chiave di volta per l'Europa.

Green Deal europeo e cambiamenti climatici

“L’Unione insisterà per un accordo ambizioso per la natura a livello mondiale in occasione della conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità, che quest'anno si svolgerà a Montreal.Faremo altrettanto alla COP27 di Sharm el-Sheikh.

“Attraverso lo strumento del NextGenerationEU vi è stata un'iniezione di fiducia per la nostra economia.Finora sono stati erogati agli Stati membri 100 miliardi di euro, il che significa che 700 miliardi di euro non sono ancora confluiti nella nostra economia.NextGenerationEU garantirà un flusso costante di investimenti per sostenere l'occupazione e la crescita.Darà sollievo alla nostra economia, ma soprattutto porterà innovazione.Sta finanziando nuove turbine eoliche e parchi fotovoltaici, treni ad alta velocità e riqualificazioni energetiche.Occorre sia investire nella sostenibilità che investire in modo sostenibile e finanziare la transizione verso un'economia digitale e a emissioni zero.”.

Debito pubblico e crisi economica

Servono norme di bilancio che ci consentano investimenti strategici ma che salvaguardino nel contempo la sostenibilità delle finanze pubbliche. Norme che siano adeguate alle sfide di questo decennio.”

  • In ottobre presentazione di nuove idee di governance economica.
  • Pacchetto di aiuti per le PMIche includerà anche una proposta riguardante un corpus unico di norme fiscali per l'attività imprenditoriale in Europa - il cosiddetto quadro BEFIT.
  • Revisione  della direttiva sui ritardi di pagamento.
  • Maggiori investimenti nella formazione e nello sviluppo delle competenze.

Per questo propongo che il 2023 diventi l'Anno europeo delle competenze e in particolare della formazione continua.

Difendere la nostra democrazia

La presidente ha richiamato il forte impegno per la difesa della democrazia e dello Stato di diritto rivolgendosi anche ai popoli europei ancora fuori dall’Ue per una maggiore interazione ed una futura adesione in tempi brevi

Dalla fine della seconda guerra mondiale ci siamo adoperati per la democrazia e lo Stato di diritto, come avevamo promesso. E le nazioni del mondo hanno costruito insieme un sistema internazionale che promuove la pace e la sicurezza, la giustizia e il progresso economico. Oggi tutto questo è diventato l'obiettivo dei missili russi. […] Mi rivolgo quindi ai popoli dei Balcani occidentali, dell'Ucraina, della Moldova e della Georgia: fate parte della nostra famiglia, il vostro futuro è nella nostra Unione e la nostra Unione non sarà completa senza di voi!

  • Richiesta di una Comunità politica europea da sottoporre al Consiglio europeo.

Guerra alla disinformazione

  • Introduzione di una normativa per controllare gli investimenti esteri diretti nelle nostre imprese per motivi di sicurezza.

È per questo che presenteremo un pacchetto per la difesa della democrazia,per individuare influenze straniere occulte e finanziamenti sospetti.

  • Proteggere lo Stato di diritto e lotta alla corruzione

Infine, forte è stato il richiamo ad un impegno comune per un allargamento ed una riforma dell'Unione, attraverso una convenzione europea.

Fonte: Ufficio stampa della Commissione europea

Immagine: Ufficio Stampa della Commissione europea