Lunedì, 08 Agosto 2022

Salute del suolo: la Commissione lancia una consultazione pubblica online

La commissione europea ha recentemente lanciato una consultazione pubblica online destinata ai cittadini ed ai portatori di interessi sull’implementazione di una possibile legge sulla salute del suolo nell’UE.

Il suolo è alla base della nostra sicurezza alimentare, fornendo il 95% del cibo che mangiamo. Un suolo in salute è vitale per la vita sulla Terra. Esso, infatti, provvede a molte funzioni essenziali ed è cruciale nel raggiungere gli obiettivi chiave del Green Deal Europeo come la neutralità climatica, il ripristino della biodiversità, zero inquinamento, sistemi alimentari sani e sostenibili ed un ambiente resiliente.

La strategia UE per il suolo per il 2030, adottata il 17 settembre 2021, mostra la visione di avere tutto il suolo in condizioni sane entro il 2050 e far sì che la protezione, l’uso sostenibile ed il ripristino siano la norma.

Con ciò la Commissione ha anche annunciato che metterà sul tavolo una nuova proposta legislativa sulla salute del suolo fornendo un quadro legislativo completo per la protezione del suolo assicurando lo stesso livello di protezione esistente nell’UE per le acque, l’ambiente marino e l’aria. Questa proposta andrà a complemento della legislazione sul ripristino della natura ed assicurerà sinergie con le azioni di mitigazione ed adattamento del cambiamento climatico.

La gestione sostenibile del suolo ed il suo ripristino richiedono il coinvolgimento di un’ampia platea di attori economici e sociali. Perciò, dagli agricoltori ai guardaboschi, dagli urbanisti al settore industriale, dai governi nazionali alle autorità locali, dalle Ong ai cittadini, tutti i portatori di interessi sono invitati a condividere le loro visioni su questa iniziativa sulla salute del suolo attraverso una consultazione online che si svolgerà sino al 24 ottobre.

Il suolo ospita più del 25% della biodiverstità mondiale, è il più grande contenitore terrestre di carbonio sul pianeta e gioca un ruolo chiave nell’economia circolare e nell’adattamento al cambiamento climatico. Inoltre, circa il 60-70% degli ecosistemi del suolo nell’UE non sono sani e soffrono di degrado ambientale con un costo per l’UE di circa 50 miliardi di € all’anno. Fermare ed invertire il trend attuale del degrado del suolo potrebbe generare fio a 1,2 trilioni di € all’anno in benefici per l’economia globale.

Fonte: Direzione generale dell’Ambiente

https://environment.ec.europa.eu/news/commission-consults-citizens-and-stakeholders-possible-eu-soil-health-law-2022-08-02_it

 

Immagine: Direzione generale dell’Ambiente

consultazione pubblica online