Martedì, 13 Dicembre 2022

Unione della sicurezza: la Commissione propone nuove norme in materia di informazioni anticipate sui passeggeri per facilitare la gestione delle fr...

La Commissione propone nuove norme per rafforzare l'uso dei dati API (Advance Passenger Information); una delle azioni chiave individuate nella strategia dell'UE per l'Unione della sicurezza . L'UE continua i suoi progressi nel rafforzamento della sua architettura di sicurezza globale, che mira a rafforzare la protezione dei cittadini dell'UE, come indicato anche nella quinta relazione sui progressi dell'Unione della sicurezza . La relazione evidenzia tre anni di solidi progressi nell'attuazione della strategia dell'Unione della sicurezza. Mostra che sono stati compiuti passi significativi nel rafforzamento della protezione delle infrastrutture critiche da attacchi fisici, informatici e ibridi, nella lotta al terrorismo e alla radicalizzazione, nonché nella lotta alla criminalità organizzata.

Le informazioni sui viaggiatori hanno contribuito a migliorare i controlli alle frontiere, ridurre la migrazione irregolare e identificare le persone che presentano rischi per la sicurezza. Ogni anno oltre un miliardo di passeggeri entrano, escono o viaggiano all'interno dell'UE. Le nuove norme miglioreranno l'utilizzo dei dati API per effettuare controlli sui passeggeri prima del loro arrivo alle frontiere esterne . Le nuove norme rafforzeranno anche la lotta contro le forme gravi di criminalità e il terrorismo all'interno dell'UE. Ciò colmerà un'importante lacuna nell'attuale quadro giuridico, pur mantenendo le norme dell'UE in materia di protezione e trasmissione dei dati.

Le nuove regole sull'uso dei dati API introdurranno:

  • Regole uniformi sulla raccolta dei dati API. Le nuove regole includono un elenco chiuso di elementi di dati API, i mezzi per raccogliere i dati API e un unico punto per il trasferimento dei dati.
  • Raccolta dati API obbligatoria ai fini della gestione delle frontiere e della lotta all'immigrazione irregolare su tutti i voli in entrata nello spazio Schengen. Questo faciliterà il viaggio delle persone che si recano nello spazio Schengen, con tempi ridotti allo sbarco e ai controlli fisici alle frontiere. Raccolta di dati API obbligatoria a fini di contrasto per tutti i voli da e verso l'UE, nonché su voli selezionati all'interno dell'UE. I dati API per tali scopi sono raccolti nel pieno rispetto delle norme UE sulla protezione dei dati personali.
  • Dati API di migliore qualità, in quanto i vettori aerei dovranno raccogliere i dati API solo con mezzi automatizzati.
  • Trasmissione semplificata dei dati API da parte dei vettori aerei alle autorità nazionali attraverso un nuovo router, che sarà gestito da un'agenzia dell'UE, eu-LISA. Questa soluzione tecnica è conforme alle garanzie di protezione dei dati personali in quanto trasmetterà e non memorizzerà alcun dato API. 

Per maggiori informazioni

Domande e risposte: Regole riviste sulle informazioni anticipate sui passeggeri 

Scheda informativa

Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla raccolta e al trasferimento di informazioni anticipate sui passeggeri (API) per agevolare i controlli alle frontiere esterne

Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla raccolta e al trasferimento di informazioni anticipate sui passeggeri (API) a fini di prevenzione, accertamento, indagine e perseguimento di reati di terrorismo e reati gravi

Pagina web sulle informazioni avanzate sui passeggeri

Piano d'azione sul traffico di beni culturali

5a relazione sullo stato di avanzamento dell'Unione della sicurezza

Strategia dell'Unione della sicurezza dell'UE

Fonte: Rappresentanza in Italia della Commissione europea

Foto: Canva

uso dei dati APIuso dei dati API