Martedì, 03 Settembre 2019

621 milioni di euro a 408 scienziati a inizio carriera

Anche a Trento uno dei progetti finanziati dal Consiglio europeo della ricerca

Il 3 settembre la Commissione europea ha annunciato i risultati del bando 2019 relativo alle sovvenzioni di avviamento del Consiglio europeo della ricerca (CER), che rientrano in Orizzonte 2020 il programma di ricerca e innovazione dell’UE.

Le sovvenzioni, per un valore complessivo di 621 milioni di euro, sono state assegnate a 408 scienziati a inizio carriera per aiutarli a costituire le loro équipe e a condurre ricerche all'avanguardia in una vasta gamma di discipline, creando nel contempo circa 2 500 posti di lavoro per ricercatori post-dottorato, studenti di dottorato e altro personale. Le ricerche riguarderanno diversi ambiti, ad esempio, si studierà in che modo le foreste commestibili potrebbero combattere la fame nel mondo; si valuterà l'intensità, la frequenza e la distribuzione dei livelli del mare estremi in Europa; si indagheranno le modalità con cui le imprese tecnologiche promuovono i propri prodotti e cercano la fiducia dei consumatori; e si sveleranno le capacità di sopravvivenza degli organismi unicellulari.

Una delle iniziative selezionate si svolgerà all’università di Trento con uno staff guidato da Stephan Rudykh, professore associato all’Università del Wisconsin, che si occuperà di un progetto nell’ambito dell’ingegneria dei materiali

Europa



Potrebbe interessarti