Mercoledì, 31 Luglio 2019

"eAmbrosia" è ora disponibile

Il nuovo database sulle bevande spiritose dell'UE è ora online

Lanciato nell'aprile scorso, il database pubblico "eAmbrosia" che raccoglie le indicazioni geografiche dei vini e delle altre bevande a base di alcool (quelle cosiddette "spiritose") registrate nell'UE è ora disponibile per i cittadini.
Le informazioni riportate per ciascuna di esse riguardano il loro status, cioè se la domanda di registrazione è stata solo presentata oppure già pubblicata o registrata e, in quest'ultimo caso, il collegamento alla Gazzetta ufficiale dell'UE dove sono riportate le caratteristiche del prodotto.
"eAmbrosia" è destinato a diventare l'unico punto di raccolta di tutte le indicazioni geografiche dell'UE: già da ora sono presenti i vini, precedentemente raccolti fino al 15 luglio scorso nel database "e-spirit", mentre entro la fine dell'anno convoglieranno nel nuovo databse anche i prodotti agricoli e agroalimentari ora inseriti nel database "Door".

"eAmbrosia" è dotato di un facile motore di ricerca e di un'interfaccia intuitiva che semplifica enormemente la ricerca di informazioni sulle singole DOP e IGP, a vantaggio di una maggiore trasparenza per i produttori, i professionisti, le aziende del settore, le autorità nazionali, i ricercatori   e ciascun cittadino curioso di conoscere qualcosa di più sui prodotti a indicazione geografica.

Ricordiamo che ad oggi sono oltre 3 200 i prodotti a indicazione geografica registrati dall'UE e quindi con la denominazione protetta dal punto di vista legale, legando così in maniera indissolubile le caratteristiche alla regione di produzione.
590  sono i vini e le bevande spiritose italiane registrate ad oggi in "eAmbrosia" e l'ultima in ordine cronologico, con data di pubblicazione il 12 luglio scorso, è proprio un vino trentino: l'IGP "Vallagarina.

Europa